Crea sito

Sapone fatto in casa = Intro

INTRO

Come tutti sappiamo un elemento fondamentale dalla vita quotidiana è il sapone, elemento che utilizziamo ma del quale spesso non sappiamo niente, provenienza, componenti, ecc…informandomi un po’ ho scoperto che la maggior parte dei saponi, bagnoschiuma, shampoo che utilizziamo piu che saponi sono detergenti, la cui composizione chimica comprende funghicidi, battericidi, e altri componenti che possono risultare inquinanti per l’ambiente nonchè nocivi sulle pelli piu delicate (ma non solo). Inoltre la stragrande maggioranza di essi viene testata, direttamente o indirettamente, su animali vivi.

Ovviamente ci sono aziende molto attente ai temi sopracitati, comunque ho deciso di imparare a creare  direttamente il sapone per i fatti miei, e devo dire che il procedimento è estremamente semplice, veloce, l’attrezzatura richiesta è minima e questa pratica sta dando buoni risultati nonchè discrete soddisfazioni!!

DESCRIZIONE, INGREDIENTI E STRUMENTI

Partiamo subito col dire che il procedimento qui descritto è quello “moderno”, che prevede l’utilizzo di soda caustica.

il procedimento piu antico e classico prevede invece l’utilizzo della lasciva, sostanza ottenuta dalla cenere.

a sua volta il procedimento moderno può essere eseguito seguendo due metodi differenti

  1. metodo a caldo (che sfrutta una fonte di calore esterna per il completamento del processo di saponificazione)
  2. metodo a freddo, che prevede l’utilizzo del calore residuo delle fasi preliminari per completare il processo di saponificazione

noi utilizzeremo il metodo a freddo!!

Per creare sapone servono essenzialmente pochi ingredienti ed una limitata attrezzatura, vediamo di elencare ciò che occorre:

STRUMENTI

  1. bilancino di precisione
  2. termometro per alimenti con scala che va da 0 a oltre 100 gradi
  3. pentola in acciaio inox
  4. contenitore in vetro temprato per alte T o di ceramica
  5. frullatore elettrico o trittutto ad immersione

INGREDIENTI

  1. grasso organico (animale o vegetale)
  2. soda caustica
  3. acqua distillata
  4. olii essenziali ed ingredienti facoltativi

ecco una foto della tavola “imbandita”

MANEGGIARE LA SODA CAUSTICA

Come ho scritto qua sopra bisognerà maneggiare la soda caustica, elemento molto pericoloso e nocivo

la soda caustica reagisce molto violentemente con l’acqua creando una reazione fortemente esotermica.

è chiaro che questo provocherebbe ustioni anche gravi qualora la soda dovesse venire in contatto con la pelle/occhi.

nel caso succedesse bisogna sciacquare la zona con abbondante acqua fredda.

allego una importante lista delle regole da seguire, reperita in rete

regoledisicurezza

BILANCIARE GLI INGREDIENTI

Al fine di ottenere un sapone con determinate caratteristiche bisogna bilanciare e miscelare i vari tipi di grassi.

personalmente sono piu propenso ad utilizzare solo olii vegetali, ogni olio ha infatti diverse caratteristiche che renderanno il vostro sapone piu/meno schiumoso, adatto ai capelli, ecc..

bilanciando i grassi saturi con quelli insaturi si possono ottenere saponi piu o meno duri e compatti.

ecco un utilissima scheda degli olii, reperita in rete

schedaoli

una volta scelti gli olii con i quali vogliamo fare il nostro sapone, stabilite le percentuali (utilizzando in linea di massima la scheda qui sopra) è arrivato il momento di calcolare la giusta quantità di soda caustica.

infatti ogni tipo di olio ha un certo coefficiente di saponificazione, che ci indica qual è il rapporto soda/olio per quello specifico olio

ecco un a pagina di calcolo molto utile per calcolare la giusta quantità di soda per le differenti miscele di olii.

il foglio di calcolo permette anche di sapere quanta acqua andrà utilizzata

saponeafreddo

c’è da dire una cosa: la soda così calcolata è quella necessaria alla completa saponificazione.

se noi vogliamo un sapone più morbido, più untuoso e delicato possiamo effettuare il cosìdetto “sconto di soda” in percentuali che vadano dall’1 al 5 % (ma comunque io mi manterrei intorno al 3%)

per calcolare la soda scontata dobbiamo moltiplicare il peso della soda senza sconto per (100-SCONTO) e dividere per 100 (dove SCONTO sta ad indicare la percentuale dello sconto di soda

per esempio se vogliamo creare un sapone e il foglio di calcolo ci ha indicato che dobbiamo usare 50 grammi di soda senza sconto, se vogliamo effettuare uno sconto di soda del 2% dovremo utilizzare 50*(100-2)/100 = 49 grammi di soda.


Fatal error: Call to undefined function display_cryptographp() in /membri/sensoenergia/wp-content/themes/tarski/app/templates/respond.php on line 43